World Employment and Social Outlook – 2020 Trends

ILO
20-01-2020
Innovazione sociale

Come per le precedenti edizioni, l'annuale pubblicazione World Employment and Social Outlook: Trends report dell'ILO (International Labour Organization) fornisce un'autorevole fotografia sullo stato del mercato globale del lavoro. L'edizione 2020 disegna un'immagine chiara sui progressi realizzati e sui deficit persistenti nel raggiungimento della giustizia sociale e del mercato del lavoro equo.

La percezione dominante indica che i mercati del lavoro non distribuiscono adeguatamente i frutti della crescita economica, risultando in profonde disuguaglianze che mettono a rischio la coesione sociale, locale e globale.

Lo studio dell'ILO si pone come obiettivo di realizzare una rigorosa analisi dei trend economici e sociali che definiscono il mondo del lavoro. In particolare è cruciale comprendere le modalità e i fenomeni che permettono alle persone di ogni età lavorativa di avere accesso ai lavori decenti, per poter realizzare le proprie potenzialità lavorative. Diventa quindi fondamentale redigere una robusta base di dati e fatti su questi temi affinché possano stimolare i legislatori e i decisori a costruire politiche economiche e sociali per guidare le nazioni del mondo attraverso processi di sviluppo sostenibili ed inclusivi.

All'interno di questo report sono contenuti quattro messaggi chiave:
1) la proiezione negativa sulla crescita economica e la mancanza di inclusione molto probabilmente disabiliteranno i paesi più poveri a ridurre la povertà e migliorare le condizioni di lavoro dei loro abitanti;
2) le misurazioni sul sottoutilizzo delle persone in età lavorativa rivela importanti divari nell'accesso al lavoro: il tasso di sottoutilizzo nel lavoro supera grandiosamente il tasso di disoccupazione;
3) anche quanto le persone hanno un lavoro, rimangono importanti carenze nella qualità del lavoro: questi deficit sono maggiori soprattutto nelle economie informali, che registrano i più alti tassi di povertà sul lavoro e alte quote di lavoratori autonomi e in proprio o lavoratori con responsabilità di cura senza alcuna protezione sociale o economica.
4) persistono importanti e sostanziali disuguaglianze nell'accesso al lavoro; questo include segmentazioni tra i lavoratori in base alla propria origine geografica, al genere e all'età.

I nuovi dati dell'ILO sui redditi da lavoro (per tutti i tipi di lavoratori) dimostrano che, a livello globale, la disuguaglianza retributiva è molto più imponente di ciò che si era precedentemente pensato.

Associarsi
Entra in un network di oltre 200 aziende, accedi a esclusivi percorsi di formazione e scambia best practice con le altre imprese associate.
scopri di più
ENG