Gender Equality in the EU 2021

Commissione Europea
05-03-2021

A un anno di distanza dalla data in cui la Commissione Europea ha adottato la strategia per la parità di genere 2020-2025, viene presentato dalla stessa Commissione il “2021 report on gender equality in the EU”.

Si tratta del primo rapporto che fa il punto della situazione in Unione e negli Stati membri sull'uguaglianza di genere dopo l’adozione della strategia. In particolare il report analizza ed esplora le cinque aree chiave su cui l’EU ha deciso di agire: gli stereotipi e la violenza, l’economia, le pari opportunità nella società, gli investimenti e l'empowerment.

Anche se l'uguaglianza di genere non è mai stata così in alto nell'agenda politica europea, l’anno scorso è stato segnato dalla pandemia di COVID-19, che si è dimostrata una grande sfida in questo ambito, amplificando le disuguaglianze esistenti tra donne e uomini.

Come mostra questo rapporto, la maggior parte degli indicatori sull'uguaglianza di genere si sono stabilizzati per diversi anni e, laddove sono stati fatti dei progressi, questi sono stati piuttosto lenti. I divari di genere nell'occupazione, nel lavoro di cura non retribuito e nella retribuzione persistono ostinatamente. Inoltre, i progressi sull'uguaglianza di genere nel processo decisionale si sono fermati e purtroppo c'è ancora molta strada da fare per porre fine alla violenza di genere.

Questo forte battuta d'arresto dimostra che i progressi sui diritti delle donne sono stati duramente conquistati ma anche facilmente persi. È necessario però considerare che crisi del COVID-19 rappresenta un'opportunità per cambiare lo status quo, per questo ora è più importante che mai intensificare gli sforzi a livello europeo per superare il drammatico impatto della crisi sulla parità di genere.

ENG