G20 EMPOWER Best Practices Playbook 2021

G20 EMPOWER (supported by BCG)
22-09-2021

Il "Best Practice Playbook" è il prodotto finale del lavoro svolto dal G2 EMPOWER Alliance, organizzazione che, sotto la Presidenza italiana del 2021, si è focalizzata sui tre principali assi necessari per limitare il gender pay gap in tema di empowerment e avanzamento alle posizioni di leadership nel settore privato, che sono:

  • La misurazione per il miglioramento;
  • La costruzione e il rafforzamento di un'efficiente e sostenibile pipeline di talenti femminili;
  • Consentire alle donne di guidare il futuro.

Con l'obiettivo di accelerare un cambiamento reale e concreto nell'economia dei paesi del G20 e non solo, il G20 EMPOWER Alliance ha pubblicato un Communiqué finale, in cui sono riportate le policy e le azioni da adottare nel settore privato e nei governi su questi tre assi. In modo complementare alla stesura di questa policy, l'Alliance ha operato in parallelo con un network di oltre 400 advocates, ovvero CEO, Presidenti e Fondatori di business, associazioni o organizzazioni nei paesi del G20, raccogliendo importanti approfondimenti su ciò che le società private stanno realizzando per guidare il cambiamento.

Il Playbook racchiude più di 150 best practices provenienti da 23 paesi, le quali forniscono degli esempi di polici e azioni adottate nel settore privato per rinforzare l'impegno e le prestazioni delle organizzazioni sui tre assi di lavoro del G20 EMPOWER Alliance.

Il Playbook è  disegnato per studiare le best practices / policies dei paesi coinvolti all'interno del settore privato, a prescindere dal settore, in modo da acquisire idee e spunti che pososno essere implementati in ciascuna organizzazione; inoltre il Playbook fornisce gli strumenti ai governi per venire a conoscenza delle buone pratiche in atto in questo momento e ispirarsi per il futuro sviluppo di politiche all'interno del singolo paese.

Negli ultimi anni, la diversità di genere è diventata una costante all'interno delle agende della comunità del settore privato. Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (i Sustainable Development Goals, SDGs) e le iniziative ESG (acronimo che sta per Environmental, Social e Governance) hanno spinto le organizzazioni a migliorare le proprie politiche e garantire una maggiore equità di genere al sistema. Un tema importante su cui si riscontra un progresso piuttosto lento è quello dell'avanzamento delle donne in posizioni di leadership (mentre tutte le S&P 500 companies hanno almeno una donna nel consiglio d'amministrazione, i CEO delle società Fortune 500 sono per il 90% uomini).

ENG