Al via oggi la terza Settimana Lavoro Agile a Milano

Team Comunicazione
20-05-2019

Si inaugura oggi con la sottoscrizione del Protocollo di Intesa a Palazzo Marino la terza edizione della  Settimana del Lavoro Agilel'iniziativa promossa dal Comune di Milano per la diffusione di modalità di lavoro più flessibili e efficienti -  il lavoro agile, o smart working - tra aziende, in un confronto costruttivo con le istituzioni.
 
Anche quest'anno Valore D aderisce come partner all'iniziativa, consolidando il proprio ruolo di interlocutore e promotore di buone pratiche, contribuendo alla riflessione su un tema, quello del lavoro agile, fondamentale per la promozione di un’effettiva conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Inoltre, in quanto flessibile, il lavoro agile consente scelte più inclusive, di genere, di generazioni e di culture.
 

 
Il lavoro agile è una vera rivoluzione che rinnova il modo di lavorare, trasformandolo in un rapporto più maturo tra lavoratori e organizzazione basato su autonomia, fiducia e responsabilità. Una formula win-win-win, per i dipendenti, per il business e per l’ambiente. Consente di equilibrare i tempi di vita e di lavoro, migliorando la qualità della vita, incrementando la competitività aziendale e salvaguardando l’ambiente. Inoltre, rappresenta un primo passo anche nella direzione di una più equa suddivisione dei compiti genitoriali. 

La settimana del Lavoro Agile consente di mappare le sperimentazioni sul territorio e di misurarne ogni anno i benefici, sia in termini di efficienza organizzativa - ore risparmiate negli spostamenti e maggior produttività - che di benessere per le persone e il Comune, dal tempo libero alla qualità dell'aria e l'attività sociale nei diversi quartieri.
 
Sono sempre più numerose le aziende e le istituzioni che adottano il Lavoro Agile e, più in generale, politiche di flessibilità oraria e di welfare: a livello nazionale, secondo i dati dell'Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano, nel 2018 gli smart worker erano 480mila, in crescita del 20%, e si ritengono più soddisfatti dei lavoratori tradizionali sia per l’organizzazione del lavoro (39% contro il 18%) che nelle relazioni con colleghi e superiori (40% contro il 23%). Oltre 1 grande impresa su 2 (il 56% del campione) ha avviato progetti strutturati di smart working, favorendo sempre di più la conciliazione vita lavoro per donne e uomini che lavorano in realtà professionali sempre più articolate e in contesti urbani ad alta complessità.
 

Valore D risponde così all’invito del Comune a sperimentare tale modalità di lavoro nella settimana dal 20 al 24 maggio.

Associarsi
Entra in un network di oltre 200 aziende, accedi a esclusivi percorsi di formazione e scambia best practice con le altre imprese associate.
scopri di più
ENG