Operativo il nuovo consiglio direttivo dell’associazione

Team Comunicazione
29-07-2016

Con l’Assemblea straordinaria di Valore D, che ha portato da 23 a 30 il numero dei Consiglieri dell’associazione, Il nuovo direttivo voluto dalla neo Presidente Sandra Mori (General Counsel Coca-Cola Europe) è ora ufficialmente in carica e da settembre sarà pienamente operativo.

Quattro i vice Presidenti, scelti in base all’esperienza professionale e alla presenza territoriale:  Mauro Meanti , Amministratore Delegato di Avanade, Susanna Zucchelli Direttore e Diversity Manager Hera, Gabriella Porcelli Senior Counsel Italy and RRP Commercialization EU Philips Morris Italia e Costanza Ramorino, HR Holding Head of H.R. GRM & AUDIT UniCredit S.p.A.

La composizione del consiglio direttivo è stata definita nel segno della tradizione e della continuità rispetto al lavoro svolto nell’ultimo triennio, con l’inclusione di nuove aziende e ambiti di expertise. In ordine alfabetico per azienda di appartenenza:

  • Gianmario Tondato Da Ruos Amministratore Delegato Autogrill
  • Isabella Falautano Direttore Comunicazione e Relazioni Istituzionali AXA Italia
  • Rafaella Mazzoli Consulente Egon Zehnder
  • Ludovica Parodi Head of Legal and Corporate Affairs Global Trading Enel
  • Grazia Fimiani Direzione Risorse Umane e Organizzazione Executive Vice President ENI
  • Gioia Ghezzi Chair Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane
  • Paola Mascaro Communications & Public Affairs Director General ElectricMonica Possa Group HR & Organization Director Generali Assicurazioni
  • Renata Duretti HR Country manager IKEA Italia
  • Cristina Balbo Responsabile Divisione Banca dei Territori - Direzione Piemonte, Valle D'Aosta e Liguria Intesa Sanpaolo
  • Barbara Saba Head of Commercial & Business Insights Johnson & Johnson Medical SpA Direttore Generale Fondazione Johnson & Johnson
  • Maurizia Iachino Partner - Governance Practice Leader Key2People
  • Claudia Parzani Partner Capital Markets Linklaters
  • Marta Luca Corporate Learning & Development, Talent Management and Organizational Development Director Luxottica Group
  • Cristina Catania Partner McKinsey & Company
  • Maria Teresa Iardella Managing Director Head of Debt Origination and DCM Mediobanca
  • Silvia Candiani General Manager Consumer Channels Central Eastern Europe Microsoft
  • Donatella Sciuto Professore Ordinario e Prorettore vicario Politecnico di Milano
  • Barbara Poggiali Head of Strategic Marketing Poste Italiane
  • Barbara Stefanelli Vice Direttore Corriere della Sera RCS MediaGroup
  • Laura Bruno Hr Head  Italy and Malta Sanofi
  • Patrizia Rutigliano Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione Snam
  • Giuseppe Falco Senior Partner & Managing Director The Boston Consulting Group
  • Marcella Logli Direttore Corporate Shared Value TIM Direttore Generale Fondazione TIM
  • Anna Nozza Head of HR Technology Vodafone Italia

“È una squadra forte, motivata e competente – ha commentato Sandra Mori, dopo l’elezione formale del Direttivo – li ho incontrati tutti prima della mia elezione, ho avuto con ognuno di loro un dialogo costruttivo e molto stimolate. Conto su di loro per far crescere l’Associazione insieme a me nel prossimo triennio”. 

Negli ultimi tre anni l’Associazione ha più che raddoppiato il numero degli associati, che oggi sono 152, e ha saputo coinvolgere le aziende nel sostenere il talento e la leadership femminile, realizzando più di 100 appuntamenti con 3000 partecipanti ogni anno su tutto il territorio. Ma anche favorito iniziative concrete dentro le aziende: una su due, dopo l’adesione a Valore D, ha proposto attività formative ed ha implementato politiche di conciliazione vita lavoro e welfare.

La neo Presidente, nel solco della continuità con quanto realizzato finora dall’associazione, ha indicato quattro possibili nuove linee di sviluppo:

  1. Ampliamento delle attività dell’associazione verso le donne che ricoprono posizioni manageriali intermedie. Questa fascia della popolazione aziendale femminile è spesso in difficoltà,  tra carichi di cura ancora  sulle spalle delle donne  e ambizioni di crescita professionale. E’ invece importante far crescere il middle management femminile, per arricchire il bacino dei talenti in azienda che possono ambire a posizioni di responsabilità.
  2. Graduale e progressiva presenza territoriale. L’Italia è un Paese ricco di realtà imprenditoriali locali d’eccellenza, singole piccole e medie imprese o distretti produttivi. Valore D può mettere a disposizione le conoscenze ed esperienze maturate in questi anni sui temi della diversità e dell’inclusione di genere, sul welfare e sull’innovazione sociale per supportare queste realtà nell’rsquo;esprimere tutto il loro potenziale e valorizzando i casi di successo sul territorio.
  3. Dialogo costruttivo con le istituzioni, attraverso proposte articolate e concrete che mettano a frutto il  patrimonio di esperienze e conoscenze delle aziende associate.
  4. Apertura su scala europea ed internazionale, valorizzando da un lato il network delle aziende multinazionali associate, dall’altro le sinergie con associazioni che condividono la mission di Valore D.

Il nuovo consiglio direttivo sarà operativo dall’inizio di settembre.

Associarsi
Entra in un network di oltre 180 aziende, accedi a esclusivi percorsi di formazione e scambia best practice con le altre imprese associate.
scopri di più
ENG