Come Aviva promuove welfare e cultura inclusiva

Administrator
13-08-2019

Diversità, inclusione, impegno sociale per i propri dipendenti e per la comunità. Sono queste leiniziative alla voce "welfare" e "responsabilità sociale d'impresa" di molte aziende, italiane e internazionali. Lo sono anche per Aviva, compagnia assicurativa britannica con sede a Londra e presente in 16 Paesi, tra cui l'Italia, dove ha messo in campo una serie di azioni mirate per creare una cultura inclusiva e un ambiente di lavoro aperto, offrendo ai propri collaboratori strumenti per raggiungere un migliore equilibrio tra vita privata e lavorativa.

 

È sui dipendenti che ha concentrato le maggiori attività: la compagnia, associata di Valore D, è promotrice del Diversity Award in collaborazione con la British Chamber of Commerce for Italy e ha dato vita a livello globale alle "Aviva communities", gruppi di lavoro che puntano a sviluppare un ambiente inclusivo e paritario nel rispetto della diversità di genere, anagrafica, di abilità.

 

 

Inoltre ha approvato la policy "Parental leave", che offre ai dipendenti fino a 11 mesi di congedo parentale, indipendente dal genere: anche gli uomini possono decidere se usufruire di 5 mesi di congedo retribuito al 100% ed estenderlo a titolo gratuito per altri 6 mesi.

In ultimo "Aviva for children", il campus aziendale che ospita i figli dei dipendenti dai 3 ai 14 anni durante l'interruzione delle attività scolastiche. Li coinvolge in attività ludico-educative, laboratori didattici e gite organizzate facilitando la conciliazione vita privata - lavoro dei genitori. Quest'anno gli oltre 100 bambini iscritti hanno potuto partecipare anche al corso di educazione digital, in cui vengono trattati argomenti come l'uso del cellulare, il cyber bullismo

Associarsi
Entra in un network di oltre 200 aziende, accedi a esclusivi percorsi di formazione e scambia best practice con le altre imprese associate.
scopri di più
ENG