Intervista Mentorship DPLUS

Conosciamo meglio l'esperienza di partecipanti al programma di Mentorship DPLUS: la Mentee Katia Massaroni, Sanofi Italia, Medical Head General Medicines Italy & Malta di Sanofi Italia, e il mentor Michele Falcone, Direttore sviluppo strategico di Gruppo Cap.

Perché hai deciso di accettare di partecipare al programma?
Mentee: Qualsiasi opportunità per confrontarsi e migliorare se stessi dovrebbe essere colta e valorizzata.
Mentor: Per crescere e far crescere.

 

Il tuo percorso si sta quasi concludendo: sei riuscito a soddisfare le tue aspettative sul programma?
Mentee: Sono soddisfatta del nostro percorso, che, nonostante le difficoltà e le limitazioni imposte dalla situazione contingente, mi ha permesso di identificare e attuare azioni concrete per migliorare.
Mentor: Non pienamente a causa del Covid ma è stata una esperienza arricchente

 

Ci puoi dire due parole sulle tue impressioni rispetto a ciò che stai sperimentando?
Mentee: La rivoluzione Covid ha esasperato la necessità di ottimizzare le risorse personali e le competenze professionali, rendendo quanto mai prioritario ed attuale l’obiettivo che avevamo già definito all’inizio di questo percorso, ovvero il consolidamento di un modello di leadership più equilibrato e sostenibile. Con Michele abbiamo da subito identificato alcune caratteristiche caratteriali e attitudinali comuni, così come alcune differenze peculiari che sono state uno strumento utile per il confronto. La condivisione di esperienze e percorsi già intrapresi ha rappresentato il punto di partenza per riflessioni più approfondite e l’identificazione di azioni concrete da attuare (e tutt’ora in via di implementazione) per raggiungere l’obiettivo finale.
Mentor: Sto avendo riprova che il tempo è una componente dell’agire manageriale. Saperlo dosare è una competenza da coltivare. Sia decisioni affrettate sia decisioni troppo a lungo posticipate portano a conseguenze negative. Spesso l’ascolto consente di soppesare in modo più ponderato le decisioni da prendere e le successive azioni da implementare.

 

Ti sembra sia utile confrontarti con una persona proveniente da una realtà diversa dalla tua?
Mentee: Sì, soprattutto perché permette di ampliare la visione e la riflessione oltre i confini ed i processi dell’operatività quotidiana, stimolando riflessioni e azioni per il cambiamento “out of the box”.
Mentor: Moltissimo. Vi è una trasversalità nei problemi manageriali

 

Come valuteresti il percorso utilizzando tre aggettivi?
Mentee: stimolante, spontaneo, positivo.
Mentor: ricco di spunti di riflessione, empatico, professionale.

 

Leggi anche l’esperienza dei partecipanti al programma di Mentorship DPLUS Samantha Pennano, Program Director di GE Avio, Mentee e del Mentor Marco Luciani, Heineken, Direttore Vendite On-Trade di Heineken.

clicca qui

 

Associarsi
Entra in un network di oltre 200 aziende, accedi a esclusivi percorsi di formazione e scambia best practice con le altre imprese associate.
scopri di più
ENG