InspirinGirls

Il futuro è come lo vuoi. InspirinGirls porta nelle scuole medie storie di donne raccontate dalle protagoniste per incoraggiare ragazze e ragazzi a seguire le proprie aspirazioni, liberi da stereotipi di genere

Storie di donne che amano il loro lavoro, storie fatte di impegno, passione, difficoltà e successo, raccontate in prima persona agli studenti: è questa l’anima del progetto InspirinGirls, fondato da Miriam González Durántez – avvocata inglese – e oggi attivo in 24 Paesi (Australia, Belgio, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Francia, Honduras, Hong Kong, Italia, Jersey, Messico, Marocco, Perù, Polonia, Regno Unito, Russia, Serbia, Singapore, Spagna, Turchia, Uruguay, USA, Venezuela).

inspiringirls HEAD SITO VALORE D

Promosso nel nostro Paese da Valore D, in partnership con ENI, Intesa Sanpaolo e Snam e con il patrocinio del MIUR, InspirinGirls sta portando tra i banchi delle scuole medie professioniste, scienziate, sportive e manager che possano spronare ragazze e ragazzi a non porsi limiti nella definizione del proprio percorso e a seguire le proprie ambizioni, qualunque esse siano.

Il progetto InspirinGirls ha lanciato anche l’Inspiring Education: un percorso digitale gratuito con metodologia Open Mind che i professori delle scuole secondarie di primo grado possono veicolare nelle proprie classi 

InspirinGirls è arrivato in Italia nel 2017 e ad oggi le role model hanno incontrato 36.000 ragazzi in tutto il Paese. Il loro è un messaggio forte che ha eco anche dopo l’incontro: infatti, la maggioranza dei ragazzi ne ha parlato con i propri genitori, amici e parenti (84%) e l’esperienza ha aiutato due terzi dei partecipanti ad individuare le proprie aspirazioni professionali (64%).

 

Per maggiori informazioni contattare: inspiring.girls@valored.it

News InspirinGirls

Donna Francesca Sanna Sulis: una delle prime sostenitrici dell’empowerment femminile
Team Comunicazione | 11-06-2022

Donna Francesca Sanna Sulis è stata una delle prime sostenitrici dell’empowerment femminile.  Figlia di ricchi possidenti di aziende agricole e allevamenti di bestiame, la stilista sarda è sconosciuta ai più, nonostante sia stata una delle prime a sfidare gli stereotipi di genere. Sfidò con coraggio e determinazione le convenzioni dell’epoca, rifiutandosi di far soffrire le donne con abiti pesanti, rigidi e “dolorosi” e ideando meravigliosi, comodi, abiti di seta di gelso.

Scopri l’Inspiring Education, il percorso digitale ideato da InspirinGirls e Valore D per combattere gli stereotipi
Team Comunicazione | 11-10-2021

L’Inspiring Education è un percorso formativo gratuito, a disposizione dei docenti delle scuole secondarie di primo grado, diviso in 3 moduli rivolto agli studenti e studentesse delle scuole secondarie di primo grado italiane per permettere loro di approfondire importanti temi come: gli stereotipi inconsapevoli, l’intelligenza emotiva e le professioni nel mondo STEM.

Approfondimenti InspirinGirls

InspirinGirls, l’impatto dei primi due anni di progetto
InTribe
11-09-2019

L’indagine condotta dopo due anni dall’inizio del progetto promosso nel nostro Paese da Valore D – in partnership con Eni, Intesa Sanpaolo e Snam, e con il patrocinio del MIUR – rivela l’efficacia e l’impatto sulle ragazze e i ragazzi delle scuole aderenti. Prima dell’incontro, parlando del lavoro e delle proprie ambizioni, il 40% di loro era convinto che ci fossero «lavori da maschi e lavori da femmine».

Why don’t more girls choose to pursue a science career?
OECD
26-02-2019

Utilizzando i dati del Programma per la valutazione internazionale degli studenti, ricercatori dell’Università di Kopenhagen hanno esaminato la natura del divario di genere nei campi STEM.

Gli autori hanno analizzato i dati di 67 paesi ed economie partecipanti al ciclo PISA del 2015; questi dati sono stati integrati da indicatori a livello nazionale sull’uguaglianza di genere (Global Gender Equality Index) e sulla percentuale di donne che si laureano in un campo STEM.

ENG