Quei pregiudizi (inconsci) su donne e giovani «Ma smascherarli si può»

Corriere della Sera
05/09/2020

Articolo di Fabio Sottocornola

 

Si parla di stereotipi di genere domenica 13 alle 10:00 nel salone alla Triennale di Milano. Fra gli interventi, Maurizio Ferrera, Marina Calloni e Paola Mascaro. Il «non detto» è più pericoloso degli stereotipi manifesti: la proposta di «Osservatori», durante le commissioni di concorso o in azienda, per portare in superficie le resistenze più sottili
Accade in ufficio, quando si rompe la stampante e il capo (maschio) chiede aiuto. Se risponde una collega donna, segue sorrisino ironico di lui. Ma poi è lei ad aggiustare la macchina. Accade ai colloqui di lavoro, nei concorsi pubblici o ai bandi finanziamenti di ricerca: quando i selezionatori devono scegliere tra maschio e femmina, oltre a curriculum e competenze, entra sornione il non-detto: ma con la maternità e la gestione della famiglia, lei sarà in grado?

Paola Mascaro, Communications e Public Affairs VP di Avio Aero (Gruppo GE) alla guida di Valore D, l’associazione attiva per il riequilibrio di genere e l’inclusione: «È utile che qualcuno, adeguatamente formato, da fuori aiuti a vedere queste dinamiche. E occorrono sistemi premianti rivolti alle aziende per favorire l’inclusione». Secondo Mascaro, dentro le imprese va promosso un cambio di cultura manageriale per andare a un modello di servant leadership basato su ascolto, inclusione, maieutica, «caratteristiche più femminili, rispetto a comando o forza». Inoltre, occorrono soluzioni al «tubo che perde»: se vengono assunti junior maschi e femmine, molte di costoro nel percorso di carriera si perdono o rimangono indietro. «Qui entrano i temi della maternità e della famiglia», osserva Mascaro. «Spesso vengono prese decisioni di non assegnare incarichi di lavoro alla neo-mamma senza neanche parlarne con lei. Un altro pregiudizio. C’è poi il costume di fissare riunioni di lavoro alle 19, una via non inclusiva per chi deve gestire la famiglia».

Associarsi
Entra in un network di oltre 200 aziende, accedi a esclusivi percorsi di formazione e scambia best practice con le altre imprese associate.
scopri di più
ENG