Il merito vince legando la retribuzione ai risultati

Corriere della Sera
01/12/2018

Come sviluppare e valorizzare il talento? Attrarre i più capaci tutto sommato è la cosa più facile. Alla fine il punto è trattenerli.

Nelle organizzazioni vincenti il talento non è l’eccezione ma è diffuso a tutti i livelli. Il manager non è il detentore unico del sapere e del talento ma colui che ne facilita l’espressione. In aziende che da piramidali sono diventate orizzontali l’obiettivo è creare dinamiche di gruppo positive in cui ciascuno possa portare il proprio talento e vederlo valorizzato.

«Un modo per accelerare il talento? Premiare il merito legando una parte della retribuzione ai risultati. In base a parametri condivisi», propone Alessandro Maggioni, presidente Confcooperative Habitat. Valorizzare il merito va di pari passo con l’inclusione delle diversità. «Delle donne ma non solo», dice Costanza Ramorino, vicepresidente Valore D.

E chi è convinto di lavorare in organizzazioni senza pregiudizi faccia una prova. Conduca una selezione al buio, senza conoscere sesso ed età del candidato. Una prova del nove sempre utile.

ENG